• Tutto
  • Africa
  • America del Nord
  • America del Sud
  • Asia
  • Europa
  • Medio-Oriente

KABUL, CITY IN THE WIND – Quando la vita cammina a braccetto con la morte

Un autobus malandato avanza lungo una strada polverosa. Si ferma accostandosi a molti scheletri di camion arrugginiti che si confondono con la terra. Abas, l’autista in grigio, canta: This is our beloved country This is Afghanistan This is the home of thieves And conscienceless people Poi fuma e il fumo si dissolve nell’aria lasciando dietro…

COLD CASE HAMMARSKJÖLD – La folle indagine sul Segretario generale delle Nazioni Unite

Il giornalista e regista danese Mads Brügger è noto per lo stile provocatorio che caratterizza i suoi lavori. Brügger è solito esplorare luoghi che ribollono di tensioni sociali e politiche; il suo metodo non consiste solo nell’osservare il contesto, quanto nell’immergersi attivamente fino alle estreme conseguenze. Ricorrendo al suo carisma personale e a strategie parossistiche…

WHEN THE MOON WAS FULL – Il terrorismo che colpisce in Iran

Il jihadismo contiguo ad Al Qaeda, che combatte gli sciiti prima di ogni altro “infedele”, alberga tra il Pakistan e l’Iran lungo i porosi confini del Sistan e Baluchistan, e in quella zona compie centinaia di attentati tra i civili e militari iraniani. È la storia del gruppo terroristico Jundallah, attivo tra il 2003 e il…

TEN YEARS JAPAN – Il Giappone sogna la pecora elettrica?

Dopo il successo sorprendente di film audaci che ritraggano un futuro distopico in chiave di critica politica e sociale come TEN YEARS, il controverso film su Hongkong (2015), ci sono state altre rappresentazioni del genere su Tailandia, Taiwan e Giappone. L’ultimo, TEN YEARS IN JAPAN (prodotto dal vincitore della Palma d’Oro a Cannes 2018, Hirokazu…

JOSÉ – Il prezzo della omosessualità in Guatemala

Dipende dal prezzo degli alberghi ad ore. JOSÉ di Li Cheng, vincitore del Queer Lion Award 2018, premio collaterale della Mostra del Cinema di Venezia attribuito al miglior film con tematiche omosessuali, si inserisce nella lunga battaglia di molti registi di “uscire dal genere”, di superare i clichè che vedono la comunità LGBT occidentale, dalla…

MARIGHELLA – La guerriglia politica di Carlos Marighella contro la dittatura militare in Brasile

MARIGHELLA debutto cinematografico di Wagner Moura, Fuori Concorso all’ultima Berlinale, è un action movie politico e forse il suo limite è proprio questo. Nel tentativo tempestivo di suonare l’allarme sui rischi tutt’altro che astratti di una nuova deriva autoritaria che l’elezione a presidente del Brasile di Jair Bolsonaro incorpora, Wagner Moura, al suo debutto dietro…

DEAD SOULS – Le anime morte di Wang Bing

Cosa fare con un capolavoro di difficilissima distribuzione come DEAD SOULS opera fiume di Wang Bing? Dobbiamo considerarlo un rara avis del grande schermo per un pubblico limitato o relegarlo alle piattaforme VOD dedicate al miglior cinema d’autore? Per quanto il fatto che distributori come Icarus Films e Grasshopper Film While abbiano acquistato i diritti…

INDUCED LABOR – Quanto vale il tuo passaporto?

Occorre inventarsele tutte se il destino nel cercare la sua via ha deciso di farti nascere in uno dei paesi in basso alla classica mondiale della libertà di movimento. Se la cicogna ti ha planato sul suolo di un Paese dal “passaporto debole”, ti sarà preclusa la libertà fondamentale di viaggiare, spostarti, muoverti per il…

MIDNIGHT TRAVELER – Il ritratto vivace di una famiglia afgana di richiedenti asilo

Presentato in anteprima mondiale al Sundance Film Festival e successivamente alla Berlinale sezione Panorama, dove ha ottenuto Menzione Speciale della Giuria Ecumenica, MIDNIGHT TRAVELER di Hassan Fazili è il ritratto dolceamaro di una famiglia afgana di richiedenti asilo. Girato con tre cellulari, il film ritrae la storia personale del regista e della sua famiglia, costretta…

LOS OFENDIDOS – Le torture della Policia Nacional in El Salvador

LOS OFENDIDOS, film-documentario di Marcela Zamora presentato nella sezione documentales dell’Habana Film Festival e per il pubblico italiano al Solelunadoc Film Festival, si concentra sul rapporto tra padre, Ruben Ignacio Zamora Rivas, e figlia, Marcela Zamora, sviluppandosi come una narrazione di alcuni fatti dell’El Salvador in piena guerra civile. La guerra civile viene solitamente fatta…

HUNGARY 2018 – Una dittatura dietro le quinte di una democrazia

Viktor Orban ha vinto quattro volte le elezioni parlamentari ungheresi. L’ultima volta l’8 aprile 2018 battendo la coalizione democratica di centrosinistra guidata da Ferenc Gyurcsany, ex primo ministro dal 2004-2009. Lanciato nella sua fuga in avanti per consolidare il potere, Viktor Orban ha incarnato il perfetto esemplare del populista dei nostri tempi: ha manipolato notizie,…

LEAKAGE – Il ritratto dell’Iran attraverso la metafora del petrolio

Per il suo debutto cinematografico alla 69ma Berlinale (sezione Forum), la giovane iraniana Suzan Iravanian ha deciso di dare uno sguardo ad alcune delle questioni più calde del suo Paese attraverso la potente metafora del corpo. Girato a Shiraz, città natale della regista, LEAKAGE racconta la storia di Foziye, una donna sui cinquant’anni che, oltre…

MORE – La tragedia dei migranti nel Mediterraneo vista dalla parte dei trafficanti

MORE è disponibile in streaming: WATCH NOW   L’immane tragedia che ininterrottamente si consuma nel Mediterraneo è “materiale prezioso” con cui continuano a cimentarsi autori, registi e storyteller da prospettive (e con esiti) diversi fra loro. Storie incredibili, immagini simbolo, racconti neorealisti alimentano una produzione oramai copiosa che talvolta offre approcci e visioni fuori genere.…

A FIRST FAREWELL – Un racconto apolitico sugli uiguri

Mentre il terrorismo è una delle questioni più gravi del XXI secolo e ridurre le sue cause dovrebbe essere una priorità internazionale, diversi modi di combatterlo sono diventati giustificazioni artificiali per praticare l’oppressione. È cosi nel caso del regista ucraino Oleg Sentsov che notoriamente combatte con questa oppressione in Siberia contro la falsa accusa di…

GOD EXISTS, HER NAME IS PETRUNYA – L’Epifania delle donne macedoni

Stato e religione hanno una lunga storia di lotta per guida della gerarchia del potere. La condizione formale di Stato secolare, valida per ogni Paese dell’Unione europea, non significa la fine dei giochi. La Chiesa tende a sfruttare l’eredità del passato per restare una istituzione ancora influente e ancora in competizione con l’entità Stato. Capita…

ZERO IMPUNITY – L’impunità della violenza sessuale nei contesti di guerra

C’è ancora troppo silenzio intorno alla violenza sulle donne. A qualsiasi longitudine e latitudine. Che sia in casa propria, nelle suite hollywoodiane o in contesti di guerra, la violenza sessuale contro le donne è spesso sottaciuta, poco denunciata e scarsamente perseguita. C’è ancora troppa impunità, specie in scenari bellici dove la violenza sulle donne è…

HOUSE OF MY FATHERS – Una rivisitazione della guerra civile nello Sri Lanka

Pur ricordando ‘Children of Men’ (2006) di Alfonso Cuaron, HOUSE OF MY FATHERS se ne differenzia lasciando lo sciamanismo e la magia con i piedi ben piantati nel terreno del sociale. HOUSE OF MY FATHERS, con le sue molteplici allegorie, non è un film facile in cui entrare. Ma una volta che riusciamo a farlo,…

DICK MARTY, A SCREAM FOR JUSTICE – La storia dei black sites e delle extraordinary renditions dopo il 2001

Una vera e propria spy story ricostruisce uno degli scandali più scabrosi della storia americana. DICK MARTY, A SCREAM FOR JUSTICE, documentario inchiesta di Fulvio Bernasconi presentato alla 17ma edizione del Festival Cinematografico Internazionale e forum sui diritti umani (FIFDH), è la storia di Dick Marty, dei black sites, delle extraordinary renditions, delle colpe americane e…

ANCORA UN GIORNO – Ryszard Kapuścinski nella Angola della guerra civile

“Un altro giorno di vita, Ricardo”. Un sorriso doloroso sul volto del Comandante Farrusco, la disperata consapevolezza di chi sa che in guerra un altro giorno di vita è da accogliere come un dono da non sprecare. Anche per combattere. Le sue unità sono ridotte a pochi uomini, ragazzi rimasti a difendere, i soli, il…

ABOUT HIM OR HOW HE DID NOT FEAR THE BEAR – Ivan il Matto e la realtà post-sovietica

Quello che a un primo sguardo sembrerebbe un film antirusso, ABOUT HIM OR HOW HE DID NOT FEAR THE BEAR di Nariné Mkrtchyan e Arsen Azatyan, presentato in anteprima mondiale alla 48esima edizione dell’International Film Festival di Rotterdam, è in realtà uno sguardo complesso sulla Armenia post Rivoluzione di Velluto. È questo il frame in…

IL CREPUSCOLO DEL SOCIALISMO MAGICO – La parabola del chavismo e del Venezuela

Nero, indo, golpista di bassa estrazione sociale. Hugo Chavez non era proprio l’idealtipo della élite venezuelana. Ora che la rivoluzione bolivariana cominciata vent’anni fa sembra arrivata tragicamente al capolinea, IL CREPUSCOLO DEL SOCIALISMO MAGICO di Michele Calabresi è un documentario molto efficace (oltre che di eccezionale attualità globale) per ripercorrere le tappe che hanno portato…

ERASED, ASCENT OF THE INVISIBLE – La memoria della guerra civile in Libano

Nella metà degli anni 70, sullo sfondo di un complesso mosaico di fazioni religiose ed etniche (cristiani maroniti, sunniti, sciiti, drusi, palestinesi), le tensioni politiche e religiose in ebollizione sfociano in una sanguinosa guerra civile che per quindici anni (1975-1990) infliggono al Libano devastazioni e massacri su ampia scala. La miccia iniziale è lo scontro…

FATWA – Le diverse anime della Tunisia

Un padre, una madre, un figlio. Un musulmano moderato, un giovane jihadista, una donna laica. Contro di lei una fatwa. Questi gli ingredienti dell’ultimo film del cineasta tunisino Mahmoud Ben Mahmoud, FATWA, presentato in anteprima mondiale alle Giornate del Cinema di Cartagine dove si è aggiudicato il premio Miglior Film e Miglior Attore protagonista (Ahmed Hafiane). FATWA è…

SMUGGLING HENDRIX – Torna a casa Jimi

Non ci sono confini tra la biancheria intima. Ironicamente, un sexy shop apre e chiude SMUGGLING HENDRIX, il debutto cinematografico del regista cipriota Marios Piperides, vincitore del premio Best International Narrative al Tribeca Film Festival. Il confine che divide Cipro nella Repubblica turca di Cipro del Nord e la Repubblica di Cipro, una bizzarra situazione politica che si protrae dal 1974, fa…

UNAS PREGUNTAS – La pietra della democrazia

«Cosa è la pace per te? C’è la pace in Uruguay?» Con queste domande cominciano le interviste raccolte in UNAS PREGUNTAS, documentario di Kristina Konrad composto con materiale d’archivio da lei stessa girato all’epoca dei fatti, tra il 1987 e il 1989. Un “bagno di folla”, testimonianze raccolte per le strade di Montevideo alla vigilia della storica consultazione…

WHO WILL WRITE OUR HISTORY – Storia di un archivio segreto

Tratto dall’omonimo libro di Samuel D. Kassow, WHO WILL WRITE OUR HISTORY, scritto e diretto da Roberta Grossman, presentato in anteprima italiana alla Festa del Cinema di Roma, è uno straordinario documentario sulla storia di un archivio. Le voci fuori campo di Emanuel Ringelblum, storico dell’ebraismo polacco, e Rachel Auerbach, tra le prime figure intellettuali del mondo femminile ebraico, raccontano…

GUERRILLA VOICES – La voce delle FARC

Si svegliano prima dell’alba nelle loro tende, bevono caffè e iniziano le loro lezioni. Discutono di marxismo, di riforme agrarie, di rivoluzioni e rivoluzionari. Poi marciano nella foresta per ore. Sono le FARC, la più longeva guerriglia del Sud America. Indeboliti ma mai sconfitti militarmente, i combattenti della giungla si apprestano, a seguito dell’accordo di pace…

SOFIA – La rinascita delle dinamiche di potere

Non importa quanto inclusiva possa essere, la legge è sempre cieca verso alcune categorie di persone. Di solito porta con sé una certa stratificazione sociale, imponendola, e la storia dimostra che le periferie della società raramente beneficiano della sua protezione. Nondimeno, la linea tra coloro che rispettano la legge e coloro che la violano è…

WHEN THE WAR COMES – Le milizie della estrema destra slovacca

Negli anni più recenti in Europa è emersa l’inquietante affermazione di movimenti populisti di estrema destra. Attualmente i partiti che attingono alla retorica della destra nazionalista sono premiati dall’elettorato. Soprattutto nell’Europa orientale. Polonia ed Ungheria in testa, mentre, in mezzo, la Slovacchia si mantiene nella media. Tuttavia, ciò che preoccupa maggiormente di questo Paese è il sostegno…

SILAS – Il legno di guerra

Ci sono i conflict minerals, i conflict diamonds e poi i conflict timber. Il “legno di guerra”, il legno che foraggia conflitti inter-etnici e guerre civili. Come in Liberia dove tronchi di alberi, tagliati e commercializzati illegalmente, sono stati armi nelle mani delle diverse fazioni di ribelli che hanno insanguinato la Liberia, e l’intera regione circostante, per oltre un ventennio.…

THE DELEGATION – Missione Albania

Il Vecchio va, il Nuovo arriva, un gioco di specchi i cui effetti ottici ci restituiscono figure dalle prospettive distorte, ectoplasmi in trasmutazione dietro un giro di porte, figure esanimi, lunghe ombre della Storia. Regimi oppressivi, dittature liberticide, gerontocrazie autoritarie sopravvissute a se stesse tra un Secolo breve e uno più lungo, con i loro eserciti di…

THE RIVER – Il settimo giorno Dio creò Internet

Emir Baigazin ritorna con il suo terzo film, THE RIVER, a chiudere la trilogia, dopo HARMONY LESSONS (2013) e THE WOUNDED ANGEL (2016). In linea con i precedenti lavori Emir Baigazin  ha deciso di unire il simbolismo in cui i tempi bui della modernità sono presentati in una lenta espressione cinematografica. THE RIVER non è solo esperienza estetica, ma…

ON HER SHOULDERS – Il genocidio degli Yazidi

Prima del 5 ottobre 2018 non erano in molti a conoscere Nadia Murad. Un volto e una voce noti per lo più a chi si occupa di Medio Oriente o a chi ha visto ON HER SHOULDERS, il documentario di Alexandria Bombach, premio per la migliore regia all’ultimo Sundance Festival. A Oslo, il 5 ottobre 2018 a Nadia Murad viene conferito,…

BRUCE LEE AND THE OUTLAW – L’arte marziale di sopravvivere nella clandestinità

Il debutto cinematografico di Joost Vandebrug BRUCE LEE AND THE OUTLAW ha le sue radici nella sua carriera di fotografo, oltre che nella prima rappresentazione della Romania come ‘Paese libero’ all’interno dei media negli anni Novanta. Gli orfanatrofi dell’orrore, come la stampa rumena chiamava i rifugi dove migliaia di bambini venivano tenuti in condizioni miserabili durante…

SCHOOL SERVICE – L’isola che non c’è non esiste a Manila

Ad uno spettatore esterno Manila sembra una città piena di contrasti fastidiosi. È il centro di un agglomerate densamente popolato, con quartieri di banche e di attività commerciali, di esche per turisti, multinazionali, e, ironicamente, anche centri di content moderation di Facebook. Tutto questo fortemente condito con ciò che resta del colonialism spagnolo, con le origini americane e giapponesi,…

THE DIVE – La guerra è una cultura

Il primo film semi-autobiografico di Yona Rozenkier è una sguardo su una cultura di violenza, militarismo e machismo – non necessariamente limitato al Paese di provenienza del regista. Debutto al Festival di Locarno, THE DIVE è la storia di tre fratelli riuniti per il funerale del padre, ognuno di loro con un diverso approccio al servizio militare nei primi…

BEFORE THE FERRY ARRIVES – Un ricordo di Cuba prima del grande cambiamento

Maggio 2015: una famiglia cubana di più generazioni siede nel soggiorno davanti alla televisione, discutendo animatamente. La donna più anziana interrompe la discussione puntando il dito al televisore, dove scorre l’annuncio di una nuova linea marittima tra gli Stati Uniti e Cuba. Questo è il simbolo del nuovo corso politico ed è proprio in questo momento…

MANTA RAY – L’immigrazione nella società thailandese

Dopo la prima mondiale all’ultima Mostra internazionale del cinema di Venezia, dove ha vinto il premio Miglior Film Rassegna Orizzonti, Manta Ray, opera prima di Phuttiphong Aroonpheng, è stato presentato al festival di Toronto, di San Sebastian e di Busan, attirando l’attenzione sia della critica che del pubblico per il suo sottile e impegnativo ritratto estetico del…

THE CACOPHONY OF DONBAS – Dalla sinfonia alla cacofonia

Film basati su found-footage occupano un posto specifico nella storia del cinema. L’uso di materiale pre-esistente per raccontare il presente facendo riferimento al passato è tanto paradossale quanto iconografico. Igor Minaiev presenta già dal titolo l’idea di base delfound-footage ENTHUSIASM: SYMPHONY OF THE DONBAS (1931) di Dziga Vertov, collegandolo al presente nella THE CACOPHONY OF DONBAS. Il ragionamento dietro al titolo è chiaro già…

LAND – La discriminazione dei nativi americani

Il regista maori Barry Barclay coniò il termine “quarto cinema” per descrivere il cinema degli indigeni, cioè quei film mostrati per lo più nei circuiti dei festival. Oltre al Native Program del Sundance Festival, nato negli anni Novanta, la Berlinale ha lanciato, nel 2013, il suo NATIVe Programme, cosi come diversi festival di più piccole dimensioni hanno scelto di selezionare…

ISIS TOMORROW – Le anime perse di Mosul

ISIS TOMORROW, THE LOST SOULS OF MOSUL, il documentario di Francesca Mannocchi e Alessio Romenzi, presentato Fuori Concorso a Venezia, ha un titolo drammaticamente allarmante. L’ISIS, domani. Ancora. Magari sventolerà un altro vessillo o subirà un’altra mutazione genetica del suo nome (da ISI – Stato islamico dell’Iraq – a ISIS – nome arabo per la regione della Grande Siria –…

THE ANNOUNCEMENT – Tentato golpe in Turchia

THE ANNOUNCEMENT è satira pura. Asciutta, gelida e pungente. Ironia pacata, umorismo caustico, critica mordace. Una commedia dell’assurdo tremendamente reale, una commedia in cui non si ride e già questo basta a classificare l’ultimo film del regista turco Mahmut Fazil Coşkun presentato a Venezia 75, come un film non facile. Eppure molto valido. THE ANNOUNCEMENT inizia in uno studio medico,…

JOSÉ MUJICA – Storia di un gigante

È lui la star di Venezia 75. Lontanissimo dai più blandi canoni della notorietà, José Mujicaè una celebrità mondiale, un gigante. All’ex Presidente dell’Uruguay la 75esima edizione della Mostra internazionale d’Arte cinematografica di Venezia ha dedicato due opere, in continuum fra loro nel raccontare la sua incredibile vita: LA NOCHE DE 12 AÑOS di Alvaro Brechner, straziante ricostruzione degli anni di carcere di José Mujica, e un…

RAVING IRAN – I sotterranei dell’Iran

Quando si dice underground in Iran, si dice arte, cultura, musica. Si dice vita. Nella Repubblica islamica dell’Iran la vita culturale è underground nel senso più pieno del termine: sotterranea, nascosta nelle viscere della terra. È qui che vive la musica iraniana, e in generale le arti performative contemporanee. Lontano dal concetto proprio delle società occidentali, dove underground è sinonimo…

THE REAGAN SHOW – Il grande communicatore

Le doti erano proprie dell’uomo. L’intonazione della voce, la direzione dello sguardo, la calibratura delle pause. Ronald Reagan era stato un attore, prima ancora un radiocronista sportivo e un conduttore televisivo per la General Electric, la multinazionale statunitense dell’energia. Sapeva sempre come catturare l’immaginazione del pubblico, anche quando questo era il popolo degli Stati Uniti…

LOST WARRIOR – I pentiti di Al Shabab

“Sono rossi o rosa? Di che colore sono i passaporti?”, si chiede Mohammed guardando quelli di Fathi e di Yassir, sua moglie e suo figlio. Quel prezioso documento dal colore intenso, quel pezzo di carta dal valore inestimabile, sopravvissuto feticcio dello Stato-nazione che divide il mondo tra chi è dentro e chi è fuori, Mohammed…

THE MEN BEHIND THE WALL – I muri ai tempi di Tinder

Ines va a caccia di uomini, al di là del muro. Impudentemente. Oltrepassa il muro dell’apartheid, della oppressione, della vergogna; gli oltre 400 chilometri di cemento e acciaio che si snodano lungo il confine tra Israele e Cisgiordania, che sconfinano all’interno dei Territori Occupati dividendo le stesse comunità palestinesi fra loro. Oltre 60 mila i…

WELCOME TO SODOM – La discarica di e-waste del Ghana

“[…] quand’ecco il Signore fece piovere dal cielo sopra Sòdoma e sopra Gomorra zolfo e fuoco proveniente dal Signore. Distrusse queste città e tutta la valle con tutti gli abitanti delle città e la vegetazione del suolo.[…]” (Antico Testamento, Genesi 19,24) Da sempre fonte di ispirazione artistica, trasfigurazione allegorica e simbolica delle decadenze morali dell’umanità, il racconto della…

THE POETESS – Una voce sotto il velo

Hissa Hilal è una donna saudita di poco più di quarant’anni con marito e figli. Oltre ad essere una studiosa di folklore, scrittrice e poetessa, Hissa è una attivista femminista. In Arabia Saudita, un Paese dove le donne sono sistematicamente bandite dalla vita pubblica. Una voce dietro un velo, robusta e potente, Hissa è diventata una star…

SOVIET HIPPIES – I figli dei fiori sovietici

Peace, love and freedom. La formula magica del pensiero hippy degli anni Settanta oltre la Cortina di ferro, su per i suoi tralicci, tra le crepe della soffocante sorveglianza sovietica. SOVIET HIPPIES della giovane regista estone Terje Toomistu, presentato all’ultima edizione del Trieste Film Festival racconta la storia, poco nota, del movimento hippy nello spazio…

NAILA AND THE UPRISING – L’intifada delle donne palestinesi

Non fu solo ‘guerra delle pietre’, fu anche una guerra delle donne e per le donne la Prima Intifada palestinese (1987-1993) scoppiata nei territori occupati della Striscia di Gaza e della Cisgiordania. Un fiume in piena difficile da arginare, un movimento di protesta poco noto e ingiustamente sottaciuto che fece della resistenza non violenta e della disobbedienza civile…

UNTITLED – Un viaggio senza metà

“Voglio solo girare il mondo per un anno riprendendo tutto quello che mi passa davanti.”  Lo ha fatto Michael Glawogger, documentarista austriaco di fama mondiale, regalandoci un fiume in piena di immagini che rompono gli argini da subito, inarrestabili, senza controllo, sempre intensissime. Oltre quattro mesi di riprese in una dozzina di paesi, UNTITLED, potente, emozionale…

ANGKAR – Il silenzio della vergogna

“Sono cresciuta con i tuoi silenzi, con i tuoi sensi di colpa per essere sopravvissuto.” È una figlia che parla al padre, Neary Adeline Hay, giovane documentarista autrice di ANGKAR, presentato a Parigi all’ultima edizione del festival internazionale del documentario Cinéma du Réel. Per trenta lunghi anni Khonsaly Hay ha vissuto l’oblio forzato della memoria,…

THE OSLO DIARIES – I diari della pace

Sembra passato un secolo, anni luce da quel 13 settembre 1993, quando sul prato della Casa Bianca due esitanti mani si avvicinano l’una all’altra alla presenza del presidente degli Stati Uniti e dei fotografi accorsi numerosi da ogni angolo del mondo per immortalare il momentum. L’evento è di quelli che passano alla Storia, che scrivono il…

PLASTIC CHINA – Le montagne di plastica cinesi

“Ci costruiremo un rifugio e ci dormiremo, possiamo anche farci una coperta per la notte.” Il gusto dell’avventura dei bambini per sentirsi adulti. Peccato che non siamo in un ritiro dei boy scouts ma seduti su una inimmaginabile mole di rifiuti di plastica. Il parco giochi di Yi Jie, Ah Zi, Hi Qiu, un piccolo impianto per il…

THE SON – La guerra segreta di Putin

Dima è morto in Daghestan, nel Caucaso del Nord. Con un colpo alla testa. Aveva 21 anni. Proveniva da Novosibirsk, nel distretto federale siberiano. Era addestrato a combattere il nemico più insidioso: il terrorismo islamico. Come il sergente maggiore Lobor Nikolai Petrovitch o i sergenti Serzhen Yurt, Zyabnitskyi Dimitry Sergeivitch, Ilynukhu Dmitry Aleksandrovitch, tutti “morti coraggiosamente in missioni di…

THE CLEANERS – I censori della rete

Ogni minuto di ogni giorno 500 ore di video sono caricati su YouTube, 2,5 milioni di post scritti su Facebook, 450,000 tweet su Twitter. Questi sono i numeri che affollano lo spazio delle piattaforme social, trafficate da una comunità di più di tre miliardi di persone. Tanti siamo ad essere ’connessi.‘ THE CLEANERS, presentato all’ultimo Sundance…

ANNI – I figli del dissenso

Una lavagna su un tavolo da ping pong, un cortile all’aperto, una bambina su uno skateboard, una donna spiega che «l’area di un rettangolo si ottiene moltiplicando base per altezza e tracciando una diagonale all’interno si ottengono due triangoli equivalenti …» Non siamo in una scuola di un villaggio africano né in una città-campo per rifugiati.…

LOUDER THAN GUNS – La musica nella Yugo sfera

Più forte del fragore delle armi? La potenza della musica. È ricco di immagini e di musica LOUDER THAN GUNS, il bel documentario del giovane Miroslav Sikavica, presentato all’ultima edizione del Trieste Film Festival. È ricco di suggestioni e curiosità perché attraverso interviste e testimonianze di star della musica ripercorriamo (a suon di musica!) la parabola della disgregazione della ex Jugoslavia, il trionfo…

I TESTICOLI DI TARZAN – Le scimmie di Sukhumi

Non siamo di fronte ad una rappresentazione antropologica del mito del buon selvaggio e men che meno ad un documentario a sfondo erotico ambientato nella giungla africana. I TESTICOLI DI TARZAN del regista rumeno Alexandru Solomon presentato al pubblico italiano del Trieste Film Festival, è un documentario complesso e sfaccettato in cui temi apparentemente scollegati fra loro…

THE UNFORGIVEN – I criminali dell’Aja

«Vorrei non fosse mai accaduto» Inizia cosi THE UNFORGIVEN il documentario del regista danese Lars Feldballe Petersen, presentato in anteprima mondiale al Festival internazionale del Cinema Documentario di Copenhagen. Esad Ladzo vorrebbe non aver mai vissuto ciò che ha vissuto nel 1992 in Bosnia Erzegovina. Da carnefice, non da vittima. Vorrebbe non aver mai fatto le cose…

THE WORKERS CUP – Gli schiavi del calcio

Manodopera a basso costo. Bassissimo. Oltre un milione e mezzo di braccia sono arrivate negli ultimi anni in Qatar per lavorare nell’enorme cantiere della FIFA World Cup 2022. Vengono dal Bangladesh, dall’India, dal Nepal e, ovviamente, sempre più dall’Africa. Secondo laInternational Trade Union Confederation (Special Report THE CASE AGAINST QATAR) il numero delle vittime dei cantieri…

MACHINES – Gli schiavi del tessile

La schiavitù dell’economia globale. La conosciamo bene e la ignoriamo meglio quando da consumisti bulimici scegliamo beni provenienti da paesi esotici a prezzi stracciati. Prezzi che non sarebbero gli stessi se l’oggetto dei nostri effimeri desideri fosse prodotto da quest’altra parte di mondo. Ma non lo è, viene dalla Cina, dal Vietnam, dall’India, dal Bangladesh…

TASTE OF CEMENT – Dedicato a tutti i lavoratori in esilio

Meritatamente acclamato dai più importanti festival internazionali, TASTE OF CEMENT del regista siriano Ziad Kalthoum è interamente costruito sul binomio costruzione/distruzione, sul succedersi regolare di guerre, dal Libano degli anni 80 alla Siria dei giorni nostri secondo la perversa staffetta di un karma maligno.  TASTE OF CEMENT è dedicato a tutti i lavoratori in esilio, in primis…

LES BIENHEUREUX – L’islamizzazione dell’Algeria

LES BIENHEUREUX è un film sui conflitti. Ce ne sono tre a fare da trama al promettente esordio di Sofia Djama in anteprima mondiale all’ultima Mostra del Cinema di Venezia. Il primo è generazionale, comune ad ogni tempo e ogni luogo; il secondo è coniugale, inevitabile in una coppia di mezza età; il terzo, sotterraneo…

DA’WAH – L’Islam gentile

Non solo fondamentalismo oscurantista, fanatismo omicida, nichilismo distruttivo. L’Islam è altro, è molto di più di quel volto delittuosamente deturpato da alcune frange interne alla sua stessa comunità. L’Islam è gentilezza, cultura, tolleranza, pace. “Nel documentario di Spinelli ho ritrovato il modo di fare documentari di Rossellini, educato e curioso […]” con queste parole Bernardo Bertolucci ha…

TRIUMPH – Il calcio della Grande Albania

TRIUMPH di Kreshnik Jonuzi presentato all’ultimo Festival del Cinema di Varsavia segue l’avventura della Nazionale albanese nella sua prima competizione calcistica internazionale: la qualificazione a Euro Cup 2016. Che il calcio metta in campo i più retrivi e bestiali istinti dell’uomo, soprattutto laddove occupa la prima scena delle arti sportive, è cosa nota. Altrettanto lo…

THE MINER – Gli scheletri della Slovenia

Ai morti bisogna dare degna sepoltura. Se poi sono vittime di guerra è un imperativo morale collettivo. Premio internazionale Menzione Speciale all’ultimo Festival del cinema di Varsavia, THE MINER della regista slovena Hanna Slak è un film “tipicamente balcanico”, in cui la trama centrale è un passato che “non passa”, anche quando ha seppellito i suoi morti.…

BOARDING PASS – I corrieri della droga in Iran

Presentato all’ultimo Festival del Cinema di Varsavia BOARDING PASS del regista iraniano Mehdi Rahmani è un film insolito nella ricca e apprezzata cinematografia iraniana. Una trama scorrevole e trascinante per un tema poco frequentato dai registi nazionali. La piaga del traffico e del consumo di stupefacenti in un Paese con una delle più giovani popolazioni al mondo. Mansour…

IL PALAZZO DEL VICERÉ – La fine del Raj Britannico

“Lo sai perché gli inglesi se ne vanno? La guerra li ha messi in ginocchio, non possono più occuparsi di noi.” È quanto si mormora nei corridoi del maestoso palazzo del governatore britannico a New Delhi, dove uno stuolo di servitù si appresta ad accogliere il nuovo viceré di suo Maestà britannica. L’ultimo. IL PALAZZO DEL VICERÉ di…

THE CONGO TRIBUNAL – La parola al popolo

Teatro del reale, teatro politico, un’aula di tribunale, un processo simulato. Tra testi e giuria un parterre di tutto rilievo: Jean Louis Gilissen, cofondatore della Corte penale internazionale dell’Aja, la sociologa Saskia Sassen, la giornalista Colette Breckman, una delle più accreditate esperte delle guerre del Congo. Convitato di pietra il noto sociologo svizzero Jean Ziegler, rappresentante al Consiglio dei diritti…

THIS IS CONGO – La grande guerra dell’Africa

A dispetto del titolo, non illudiamoci. La storia del Congo è troppo complessa  per poter essere rappresentata in un documentario di 91 minuti. Nessun lavoro cinematografico probabilmente ci riuscirebbe, ma Daniel McCabe, fotogiornalista americano, sembra non averci nemmeno voluto provare. Malgrado frequenti flashback ad alcuni momenti chiave della storia del paese, THIS IS CONGO, presentato a…

FROST – Il gelo in Ucraina

FROST, gelo. Azzeccato il titolo che il regista lituano Sharunas Bartas ha scelto per il suo primo film presentato alla Quinzaine des Réalisateurs all’ultima edizione del Festival di Cannes. Azzeccato non solo e non tanto per il gelo dei vari paesaggi e paesi che i due protagonisti attraversano a bordo di un furgone, quanto perché si…

SAMI BLOOD – Il lato oscuro della Svezia

SAMI BLOOD è disponibile in streaming: WATCH NOW   “Vorrei continuare a studiare” (Elle Marje) “Sei brava ma non puoi” (Maestra) “Perché?” (Elle Marje) “Studi hanno dimostrato che non ce la fareste in città, il vostro cervello è più piccolo.” (Maestra) Cervello più piccolo, questo certificherebbero gli esami antropometrici del cranio a cui sono sottoposti…

THE GOOD POSTMAN – La rotta bulgara dei rifugiati siriani

“Angela ho una grande idea. Se divento sindaco farò rivivere il villaggio con i rifugiati siriani, riapriremo la scuola, il cinema. È brava gente, li aiuteremo a ricominciare e loro aiuteranno noi..” Una idea rivoluzionaria, non c’è che dire. È di Ivan Fransuzov, l’anziano mite dolce postino di THE GOOD POSTMAN, ultimo documentario di Tonislav Hristov presentato all’International Documentary Festival di…

RISK – Julian Assange allo specchio

Chi è Julian Assange? Un eroe? Un opportunista amorale? Un pericolo per la sicurezza internazionale? Forse tutto questo insieme. Certo è che per un pezzo della sua storia personale Julian Assange è stato l’icona globale della libertà di informazione in rete, della lotta contro la cospirazione e la segretezza del potere. Poi le cose sono…

HOUSTON, WE HAVE A PROBLEM – La corsa allo spazio del Maresciallo Tito

“Anche se è un falso ci dice molto della società in cui viviamo.” Cosi chiosa Slavoj Žižek, uno dei filosofi più pop dei nostri tempi, nell’ultima scena di HOUSTON, WE HAVE A PROBLEM del regista sloveno Ziga Virc, in concorso all’ultimo Karlovy Film Festival.  E quanto ciò sia vero ce lo conferma questo divertente docufilm, in realtà…

AMONG THE BELIEVERS – La moschea rossa di Islamabad

“Il pensiero progressista è morto.” Non ha dubbi Maulana Mohammad Abdul Aziz, personaggio centrale di AMONG THE BELIEVERS, il potente documentario di Hemal Trivedi e Mohammed Ali Naqvi girato all’interno della più importante scuola coranica del Pakistan, la madrasa Laal Masjid, la Moschea Rossa di Islamabad. Va detto subito che i due registi acclamati e premiati nei maggiori…

A GOOD AMERICAN – La sorveglianza di massa e l’undici settembre

  A GOOD AMERICAN è disponibile in streaming: WATCH NOW   L’undici settembre poteva essere evitato. Non ha dubbi William Edward Binney, tanto da chiedere scusa agli americani per questo e per altro. Chi è Bill Binney? Per chi non lo conoscesse è appena uscito nelle sale A GOOD AMERICAN un documentario di Friedrich Moser…

SEE YOU IN CHECHNYA – Memorie di guerra

SEE YOU IN CHECHNYA è un bellissimo viaggio intimista attraverso la guerra. La guerra che non lascia più chi la vive in prima linea. Presentato alla ultima edizione del Locarno Film Festival e del Trieste Film Festival, SEE YOU IN CHECHNYA è una raccolta di memorie, il ritratto di sette reporter di guerra che incrociano brevemente la…

KABULLYWOOD – Il cinema in Afghanistan

È un film la storia del cinema Aryub, un tempo il più famoso di Kabul. Aperto nel 1973, chiuso durante l’invasione sovietica degli anni 80, riaperto nel 1988 dopo la loro partenza, richiuso dai talebani e poi riaperto con l’arrivo degli americani nel 2001. Di nuovo chiuso sei anni dopo, nel 2007. Ne ha passate tante…

LADIES FIRST – Donne Saudite al voto

Non possono guidare, nemmeno per portare i figli a scuola. Non possono chiedere un passaporto, aprire un conto corrente, stipulare un contratto di affitto, sottoporsi a cure mediche. Trattate come bambine tutta la vita, le donne saudite non possono svolgere nemmeno la più banale attività quotidiana senza un tutore, ovviamente maschio. Nella maggior parte dei…

SYRIA’S DISAPPEARED: THE CASE AGAINST ASSAD – La macchina degli orrori

“In tutte le guerre ci sono crimini individuali ma questa non è politica” (Bashar al-Assad, intervista al Foreign Affairs, 2015) Invece è politica, Mister Assad. Eccome. È tortura di Stato, come stanno cercando di dimostrare encomiabilmente Bill Wiley, ex pubblico ministero del Tribunale internazionale per i crimini commessi in Ruanda e in Sierra Leone, e…

BURNING BIRDS – La lunga guerra dello Sri Lanka

BURNING BIRDS è disponibile in streaming: WATCH NOW   BURNING BIRDS, ultimo lavoro cinematografico del regista Sanjeewa Pushpakumara premiato come miglior film al Festival internazionale sui diritti umani di Ginevra è una denuncia cruda e senza veli della dura condizione delle donne che vivono in contesti di guerra. Essere donna in guerra. É tutto nel volto serrato di…

LIKE DEW IN THE SUN – L’Ucraina tra Est e Ovest

In nomen omen. Il destino dell’Ucraina  sta tutto nel suo nome, u krajna “sul confine”. Terra di frontiera tra le due Europee, spazio liquido tra Est e Ovest, conteso, conquistato, strattonato da potenti vicini: russi, polacchi, austro-ungarici. Un crogiolo ricco di sedimentazioni multietniche: greci, cimmeri, sarmati, magiari, kazari, ebrei, bulgari, tatari, moldavi, slavi, mongoli, lituani, tatari, polacchi, cosacchi. Una coabitazione sempre molto difficile, con…

HOUSES WITHOUT DOORS – Aleppo (1915 – 2015)

La guerra può stare con te anche tra le quatto mura di casa tua, e farti sentire in una ‘Casa senza porte’. Avo Kaprealian, giovane regista siriano di origine armena, autore del bel documentario HOUSES WITHOUT DOORS, vincitore di ‘Internazionale.doc’ all’ultimo Torino Film Festival, riprende la guerra ad Aleppo dal balcone della sua abitazione nel quartiere di…

DEPTH TWO – Crimini nei Balcani

Braccia, gambe, resti umani emergono dalle profondità delle acque del Danubio, lungo il confine tra Serbia e Romania. Tutto intorno, possenti montagne si specchiano nelle acque inquietanti e torbide del Danubio, avvolte in una atmosfera onirica come fossimo in un quadro di Böcklin. Una prefetta ambientazione noir fa da sfondo a DEPTH TWO, il docufilm del…

ENCLAVE – L’apartheid dei serbi del Kosovo

La parola enclave non promette nulla di buono, sa di segregazione, di identità calpestate, di diritti negati. È claustrofobica la parola enclave. Gabbie con sbarre invisibili, riserve indiane, minoranze in via di estinzione. Cosi devono sentirsi i serbi in quel lembo di territorio al confine con la Serbia, a nord del fiume Ibar, dove sono stati “rinchiusi”…

ASFALTO – Camionisti in guerra nel Mediterraneo

Ci sono anche loro tra le vittime del Mediterraneo in fiamme. Camionisti, vita grama la loro. Divorano chilometri di asfalto, trasportano cibo e medicinali, spesso fino all’ultima “frontiera”, dove non si può (più) arrivare in altro modo. Più le guerre divampano, più i camionisti sono indispensabili, più la loro vita è in pericolo. Molto spesso ultima speranza…

THE WAR SHOW – Frammenti di Siria nel grande massacro

“Who is going to end the show at the theater of war?” Una domanda, questa della coraggiosissima giornalista radiofonica Obaidah Zytoon, a cui nessuno può e vuole dare risposta. È dura guardare THE WAR SHOW, vincitore alle Giornate degli Autori alla ultima Mostra internazionale del cinema di Venezia. Getta sale sulle nostre ferite. O almeno dovrebbe. Le…

PUTIN FOREVER – La primavera moscovita

PUTIN FOREVER. Inquietante affermazione e funesto interrogativo, visti i tempi. PUTIN FOREVER, il docufilm presentato all’ultimo Warsaw Film Festival da Kirill Nenashev ripercorre l’intera parabola dei riformatori liberali russi e della loro mobilitazione tra la fine del 2011 e l’alba del 2012. PUTIN FOREVER è la storia di quello che avrebbe potuto essere, di quei mesi in cui…

TALES OF MEXICO – La casa che racconta la storia del Messico

Otto episodi e una casa per raccontare le trasformazioni del Messico in un secolo della sua storia. LA HABITACION, presentato al Warsaw Film Festival con il titolo di TALES OF MEXICO, è un lavoro cinematografico corale, ben confezionato dal punto di vista narrativo e artistico. Otto registi diversi per otto spaccati di vita nazionale. Dal…

SNOWDEN – Terrorismo cibernetico nella guerra fredda 2.0

Oliver Stone e Edward Snowden. Il regista pluripremiato più antiamericano di Hollywood e la voce del dissenso americano più famosa al mondo. Si sono incontrati nove volte tra il 2014 e il 2015. A Mosca, dove Snowden ha ottenuto asilo politico per la nota e colossale vicenda del Datagate, le rivelazioni sui programmi di sorveglianza…

WHITE SUN – I guerriglieri maoisti del Nepal

I panorami mozzafiato delle cime himalayane, le oasi di spiritualità dei monasteri buddisti. Nepal, il tetto del mondo. Uno dei paesi più poveri della terra (poco più di 600 dollari di reddito pro capite), al riparo dai venti turbinosi della globalizzazione che soffiano sui potenti vicini. Schiacciato tra Cina e India, oggetto della rispettive (e competitive)…

THE ROAD TO MANDALAY – Gli schiavi del grande Mekong

THE ROAD TO MANDALAY è disponibile in streaming: WATCH NOW   Mae Nam Khong. In tao-laotiano vuol dire la Madre delle Acque, il Grande Mekong. Quattromila chilometri di acque navigabili attraversano Cina, Birmania, Cambogia, Laos, Thailandia, Vietnam. Il Mediterraneo del sudest asiatico, solcato ogni giorno da migliaia di migranti clandestini. Gli schiavi del XXI secolo. La…

HOUSE OF OTHERS – I fantasmi della Georgia

Vincitori e vinti. Il verdetto di ogni guerra. I vincitori prendono, i vinti lasciano. Terre, case, identità, affetti. Dislocamenti territoriali in nome di compattezze etniche e nazionalismi posticci. Diaspore culturali e razziali, sempre più spesso consumate all’interno di confini nazionali. Gli Internally Displaced People (IDPs), gli sfollati, sono più del doppio dei profughi richiedenti asilo (dati UCHR 2015).…

IL PRIGIONIERO COREANO – Le due facce della Corea

  IL PRIGIONIERO COREANO è disponibile in streaming: WATCH NOW   “Quando un pesce cade nella rete è finito.” Queste sono le prime parole che Nam, un pescatore di un villaggio della Corea del Nord, mormora all’ossessivo e (ossessionato) agente della sicurezza nazionale di Seul durante il primo di una lunga serie di interrogatori, in…

THE JOURNEY – Il viaggio dell’Irlanda del Nord verso la pace

  IL VIAGGIO (THE JOURNEY) è disponibile in streaming: WATCH NOW   Il cinema, si sa, ha licenza di fingere. Distopie diventano utopie, sogni impossibili si materializzano in tangibili realtà, radicate animosità si trasformano in solide amicizie. In virtù di questo suo potere taumaturgico, il cinema può celebrare la pace dopo la guerra, accantonandone, per un…

EYE IN THE SKY – I raid americani su al-Shabab

Sacrificare una vita per salvarne cento? Dilemma irrisolvibile per la finitezza umana. Questo è il grande tema che solleva EYE IN THE SKY, l’ultimo lavoro di Gavin Hood uscito nelle sale italiane con il titolo IL DIRITTO DI UCCIDERE.  La questione non è da poco perché il titolo nella versione italiana (pratica, per altro, tutta nostrana…) sposta l’attenzione e…

TELL SPRING NOT TO COME THIS YEAR – La fine della missione NATO in Afghanistan

Ci voleva TELL SPRING NOT TO COME THIS YEAR, il film documentario di Saeed Taji Farouky, ambientato e girato in Afghanistan, a Helmand la roccaforte dei talebani, regione ricchissima di raccolti di oppio. Efficace, delicato, intimo, umanissimo, TELL SPRING NOT TO COME THIS YEAR allarga il diaframma dei nostri occhi, consentendoci di andare oltre le notizie del giornalismo mainstream…

SONITA – Storia di una rapper afgana

In Iran le donne non possono cantare. Non da soliste. Malgrado abbia visitato il Paese, non lo sapevo. Nemmeno in Afghanistan è consentito. Il contrario, in questo caso, mi avrebbe sorpreso. L’Afghanistan non è un Paese per donne. Lo sa bene SONITA la protagonista dell’omonimo film documentario di Rokhsareh Ghaemmaghami, premiato al Sundance Film Festival 2016 come Miglior Documentario Internazionale e…

A PIEDI NUDI – La rivoluzione in Burkina Faso

Colonne di formiche. Avanzano compatte, sincronizzate, temerarie. All’assalto della Bastiglia. Sono le centinaia di migliaia di giovani burkinabé che disarmati e disarmanti marciano a piedi nudi lungo le vie principali di Ouagadougou, la capitale del Burkina Faso, uno dei paesi più poveri al mondo. Marciano per impedire a Blaise Campaoré, al potere da ventisette anni, di…

13 HOURS – La maledizione dell’undici settembre

Undici come undici settembre. 13 come le ore in cui si è consumato l’attacco al Consolato americano di Bengasi costato la vita all’ambasciatore Chris Stevens e altri tre uomini nella notte dell’undici settembre 2012. 13 HOURS: THE SECRET SOLDIERS OF BENGASI è l’ultimo film di Michael Bay (il regista del blockbuster dei Transformers), tratto dall’omonimo libro…

LA SPOSA BAMBINA – La storia di Nujoode Ali

  LA SPOSA BAMBINA è disponibile in streaming: WATCH NOW   “Voglio il divorzio”, risponde con voce ferma e assertiva Nujood al magistrato che le chiede cosa ci fa lì da sola in un’aula di tribunale, a Sana’a. “Voglio il divorzio” ribadisce Nujood. “Il divorzio? Sei sposata? Ma sei solo una bambina…”, le fa eco il…

A PEINE J’OUVRE LES YEUX – La rivoluzione dei gelsomini in Tunisia

Sono strane le stagioni del Mediterraneo. Soprattutto nella sua sponda sud. Esplodono primavere bellissime, poi tutt’un tratto gelidi inverni. Senza i sapori e i profumi dell’estate, senza la dolce malinconia dell’autunno. È accaduto anche in Tunisia. Una coltre di brina “fuori stagione” ha ricoperto improvvisamente fiori e piante, perfino i gelsomini, che pure hanno mostrato…

MADAME COURAGE – L’apatia dei giovani algerini

La Primavera araba dei giovani algerini si chiama Madame Courage, alias compresse di Artane, droga. Ne circolano molte, probabilmente, tra gli oltre otto milioni  di giovani algerini a cui lo “spirito paternalistico” di Abdelaziz Bouteflika, al potere da diciassette anni, ha tolto ciò che nemmeno il destino più avverso riesce a sottrarre ai giovani: la speranza. Omar,…

TANGERINES – La guerra tra l’Abkhazia e la Georgia

TANGERINES (mandarini) è un film semplicemente bellissimo. Uno di quei film che lascia in bocca un buon sapore, come quando si beve un vino di qualità. Candidato all’Oscar 2015 per il Miglior Film Straniero, TANGERINES è scritto, diretto e prodotto da Zaza Urushadze, regista e scrittore georgiano, per lo più sconosciuto a noi occidentali. Così come…

BABAI – La fuga dei Kosovari

BABAI è disponibile in streaming: WATCH NOW   Il Kosovo. Lo Stato più giovane d’Europa. Lo Stato più povero d’Europa. Nato appena otto anni fa, il Kosovo è già dato per spacciato. Uno Stato fallito. Lo dimostra, più di ogni altro dato, l’esodo migratorio che colpisce il Paese. Nel 2014 circa trentamila kosovari hanno provato…

TUK TUK – Rivoluzione e restaurazione in Egitto

La storia dell’Egitto di questi ultimi cinque anni sembra una partita al gioco dell’oca. Hanno  lanciato il dado gli egiziani, ma la sorte è stata infausta. È uscita la casella peggiore, la 58, lo scheletro, la morte. Si torna al punto di partenza. Dalla Rivoluzione alla Restaurazione. Eppure le oche erano sacre per gli antichi egizi.…

RAUF – Il separatismo curdo nelle montagne di Turchia

RAUF è un film che ingentilisce i pensieri. Come solo i bambini sanno fare. Presentato alla 66esima Berlinale per ‘Generation 14’, RAUF, per la regia di Baris Kaya e Soner Caner, ci porta in un villaggio curdo della profonda Anatolia sud orientale, sul cui sfondo si stagliano maestose cime innevate. Un villaggio pacifico, sembrerebbe. La vita nella sua…

ABLUKA – La follia nella Istanbul di Erdogan

Altro che i curdi, i militari, o l’ISIS (ex amici su cui ha perso il controllo). I nemici di Erdogan sono i cani, cani randagi, che a branchi circolano per le vie di Istanbul. Ce lo svela ABLUKA (Follia), l’ultimo film di Emin Alper, premio speciale della giuria alla 72esima Mostra internazionale del cinema di Venezia. ABLUKA ci rende in…

A SYRIAN LOVE STORY – L’amore ai tempi della guerra

L’agonia di un Paese. L’agonia di un amore. Una pacifica rivolta popolare trasformatasi in un orribile, infinito bagno di sangue. Cinque anni di guerra feroce, oltre quattrocentomila morti, quasi due milioni di feriti, nove milioni di sfollati, la metà della popolazione siriana. Nulla potrà essere più come prima in Siria. Nemmeno l’amore tra Amer e Raghda i protagonisti…

SOLE ALTO – Le stagioni dell’amore nella martoriata Jugoslavia

SOLE ALTO è disponibile in streaming: WATCH NOW   Le stagioni dell’amore nella martoriata Jugoslavia di Dalibor Matanic. Regista croato, vincitore a Cannes 2015 del premio Un Certain Regard, SOLE ALTO (titolo originale ZVIZDAN), co-produzione serbo- croato-slovena, è uno dei migliori film della pur ricca produzione cinematografica dedicata alle guerre jugoslave. Le stagioni dell’amore. 1991, 2001, 2011.…

BARAKAH MEETS BARAKAH – La Primavera del Cinema in Arabia Saudita

Ci vorrebbe una bella Primavera in Arabia Saudita. Senza piazze tumultuose, senza arresti, uccisioni e torture. Una Primavera corale, di tutti. La Primavera del cinema, in un Paese dove non esistono sale cinematografiche. Sono vietate. Non lo sapevo, lo confesso. L’ho appreso dalla viva voce di Mahmoud Sabbagh, giovane e brillante regista di una altrettanto…

GOOD KILL – La guerra ai video-games

No boots on the ground. Meglio i piedi sotto la scrivania, seduti davanti a un monitor, joystick in mano. Meglio la noia dello schermo piatto che l’adrenalina di un nemico a un palmo di naso. Tommy Egan non la pensa cosi. Lui la guerra vera, l’ha fatta, la conosce. E gli manca. GOOD KILL di Andrew Niccol,…

LA CANZONE PERDUTA – Il genocidio della lingua curda

I curdi esistono? Certo che esistono, sono venticinque milioni divisi in una regione montuosa a cavalcioni tra Turchia, Iraq, Siria, Iran. Il quarto gruppo etnico del Medio Oriente. Unico caso al mondo di nazione senza Stato. I curdi esistono?  No, non esistono. Sono turchi. Devono esserlo. E per convincerli, la Turchia “moderna” di Atatürk ha…

IL LABIRINTO DEL SILENZIO – Il processo dei tedeschi ai tedeschi

  IL LABIRINTO DEL SILENZIO è disponibile in streaming: WATCH NOW   La colpa ha bisogno della memoria per rimanere tale. Una memoria da far rivivere anche nelle grandi aule dei tribunali, dove si processa la Storia. Norimberga, Tokyo, l’Aia, Arusha. Sono per citare i più importanti. I grandi processi della Storia. Luoghi che hanno…

STARVE YOUR DOG – Gli anni di piombo del Marocco

Non è facile entrare in STARVE YOUR DOG. La trama è spesso impenetrabile. Proprio come la realtà politica del Marocco. Presentato al Toronto Film Festival 2015 e alla 66esima Berlinale, STARVE YOUR DOG di Hicham Lasri è un film coraggioso. Come in una istallazione, il regista miscela immagini e personaggi apparentemente sconnessi fra loro, surreali,…